martedì 24 marzo 2015

Mille Patrie unite contro l'impero della BCE

Un’europa composta da Mille Patrie

Matteo Salvini, Generazione Identitaria, PEGIDA , Front National: il progetto Mille Patrie, messo in atto da “ Il Talebano”, vuole coordinare tutti i movimenti europei contro il nemico comune: il Liberismo dell’Unione Europea.  La grande lotta al mondialismo, all'impero delle multinazionali americane, alla globalizzazione selvaggia ed al monopolio della BCE deve essere attuata in modo pacifico, culturale e politico, perchè l'Eurogendfor si sta già preparando a combattere con la violenza quegli stessi militari che combatteranno per la loro Sovranità Nazionale.


L’UE sta raccogliendo sempre più malcontenti. Le ultime elezioni amministrative francesi hanno annunciato il funerale della sinistra europeista: il Front National di Marine Le Pen, forte di ben 5 milioni voti, si è rivelato essere il primo partito francese ed il primo partito europeo avverso alla NATO. In Olanda troviamo Il Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia guidato da Geert Wilders, che ha anche diretto il film Fitna in cui denuncia l’islam moderato. InIinghilterra troviamo l’United Kingdom Independence Party guidato da Nigel Farage ed in Grecia le realtà euroscettiche si dividono tra estrema destra ed estrema sinistra, che però paiono entrambe essere unite dallo slogan No-Global”.



Un fenomeno popolare e spontaneo

 Oltre i grandi partiti politici il disprezzo popolare nei confronti dell’Unione Europea si sta estendendo anche alle fasce più undergroud della popolazione: Dai no-global di strada agli intellettuali hipster filo-Russi che popolano i salotti, sempre più gente avverte la necessità di alzare la testa e protestare.  Si sta creando in tutto occidente, con la simpatia di Putin, un network tra diverse realtà identitarie e patriottiche che vogliono coordinarsi contro all’impero economico della BCE che, col suo TTIP; vuole privarci della democrazia diretta rendendoci un’appendice economica degli USA.

Sempre più associazioni indipendentiste  esigono l’autonomia e l’autodeterminazioni di diverse realtà, ed oramai i limiti di destra e sinistra sono stati varcati. 
Géneration Identitaire e Bloc Identitaire in Francia, PEGIDA  (seguito da Pegada, l’omonimo movimento anti-USA), Sovranità, Casa Pound, Riva Destra, l’associazione Lombardia Russia, l’intellettuale Dissidente e  Das Andere sono solo alcuni di quei focolai di rivoluzione che stanno animando l’occidente.

Il futuro voluto  dai socialisti, del PD e dei filoeuropeisti  è quello in cui saremo tutti schiavi omologati governati dalla BCE  e dalle multinazionali che vogliono abbattere le dogane , non per filantropia bensì per permettere al capitalismo americano di funzionare meglio. E tessendo relazioni sempre più fitte tra le diverse “ mille patrie” d’Europa, il futuro sarà migliore.

Liliane Tami


1 commento:

  1. non vedo cosa c'entri l'anarchia con quelle merdacce neofasciste/neonaziste...
    gli anarchici e gli schifosi fasci NON hanno gli stessi obiettivi: il no alla globalizzazione anarchico non è, come nel caso dei destrorsi, dettato da cieca ignoranza, razzismo nazionale e desiderio di avere il potere per se stessi, ma orientato al rifiuto del controllo su scala globale puntando a un INTERNAZIONALISMO che vada oltre e contro ai confini nazionali, al fine di creare un'unica grande comunità degli uomini. l'esatto opposto di ciò che propongono gli altri simboli

    RispondiElimina